Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

UNIVERSIADI | Business Amesci: evento tenuto in piedi dai volontari pagati 3 euro (lorde) l'ora

06 / 07 / 2019

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Sono oltre 3.000 i volontari che lavorano per queste Universiadi, per loro è prevista una paga di 3 euro l’ora per turni di 6 o 8 ore. Per la loro selezione l’Amesci si è aggiudicata un appalto di 1,1 milioni di euro. Sono loro la vera spina dorsale dell’evento, che lavorano incessantemente per la riuscita di tutte le fasi dell’evento sportivo, ma se sono fortunati alla fine dell’Universiade avranno guadagnato meno di 275 euro.

Solo oltre 3mila e vengono non solo dalla Campania ma da ogni parte del mondo, sono i volontari delle Universiadi 2019. Li trovi ad ogni angolo negli impianti sportivi, nei villaggi, in ogni luogo della XXX Summer Universiade estiva che si tiene nel capoluogo campano fino al 14 luglio. Sono divisi su turni di 8 ore, fanno ogni tipo di lavoro necessario per garantire lo svolgimento delle gare, degli allenamenti e degli eventi collegati con la manifestazione sportiva, sono sempre presenti sotto il sole cocente a 40 gradi, ma guadagnano molto meno di una collaboratrice domestica. Senza di loro l'Universiade non sarebbe possibile.
Pagati 3 euro lordi l'ora per 8 ore al giorno

Li stavamo seguendo da prima dell'inaugurazione dell'Universiade, abbiamo ascoltato le loro storie, le loro difficoltà logistiche, volevamo raccontarne lo sforzo, ma una clausola nel contratto che hanno firmato impedisce loro di rilasciare interviste, quindi dovremo usare dei nomi di fantasia e non mostrarne i volti. Hanno entusiasmo i volontari, te lo trasmettono nei villaggi e negli impianti sportivi dove sono impiegati. Daniela (nome di fantasia) ci dice che nonostante la fatica enorme e i tempi stressanti, l'Universiade è una bella esperienza. Ha partecipato alla call per i volontari dell'Universiade lanciata dall'ARU (agenzia regionale per l'Universiade): "Abbiamo fatto prima una fase di formazione che in verità è stata abbastanza sommaria – ci racconta – ci hanno fatto fare il giro del palazzetto dello sport senza aggiungere altro.

Poi successivamente ci hanno informato che saremmo stati divisi in turni da otto ore che ci vengono comunicati via via, giorno per giorno, a seconda di dove c'e' necessità li veniamo inviati". "Ci hanno detto che nei giorni in cui non lavoriamo dobbiamo dare alcune ore di reperibilità – prosegue Daniela – nel caso in cui ci fosse bisogno di noi veniamo richiamati in servizio e spediti dove serve". Il tema economico è quello che senza dubbio fa più riflettere: "Abbiamo sottoscritto un contratto di lavoro volontario, che prevede una paga di 25 euro lordi al giorno, circa 3,1 euro l'ora" spiega la volontaria, un contratto quindi senza le garanzie e le tutele previste dai normali contratti collettivi nazionali.


UNIVERSIADI amesci
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.