Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CONDANNATO PER GOMORRA | Saviano ha diffamato un imprenditore casertano

11 / 08 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Ancora guai per Roberto Saviano e il suo libro Gomorra, che gli ha procurato il successo internazionale e da allora anche non poche gatte da pelare. L'ultima è una condanna contro lo scrittore e Mondadori libri, per non aver rettificato il passaggio del libero in cui si legge che Vincenzo Boccolato, imprenditore incensurato che vive all'estero, fa parte di un clan camorristico con un ruolo non marginale in un traffico di cocaina.

Per questo scivolone, Saviano e il suo editore sono stati condannati a versare in solido 15 mila euro all'imprenditore diffamato, già risarcito con 30 mila euro quattro anni fa dopo una sentenza diventata definitiva.

Come fanno sapere gli avvocati Alessandro Santoro, Sandra Salvigni e Daniela Mirabile, legali di Boccolato, nonostante quella prima sentenza di condanna Mondadori ha deciso di continuare a ristampare la stessa edizione fino al gennaio 2016, senza depurarla delle espressioni ritenute diffamatorie dal giudice. Per questo secondo il giudice si è trattato di “nuovo illecito diffamatorio” con “caratteristiche del tutto analoghe a quelle già accertate in sede civile” non essendo stato “tempestivamente provveduto all’adozione delle necessarie precauzioni a tutela della reputazione del Boccolato”.

roberto saviano gomorra condannato
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.