Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Vitale: 'Adesso comando davvero io'. Il segretario Pd chiede scusa ufficialmente al circolo di San Marco ed avverte i suoi

15 / 10 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


«In merito alle polemiche sollevate riguardo l'iniziativa di venerdì prossimo a San Marco Evangelista, organizzata dal sindaco e da altri componenti dell'amministrazione comunale, ci tengo a mettere un punto di chiarezza, in quanto ne va dell'immagine e della tenuta del partito sui vari territori della nostra provincia». E' quanto si legge in una nota firmata dal segretario Raffaele Vitale che aggiunge: «L'avvicinamento del sindaco Gabriele Cicala e di altri esponenti della maggioranza consiliare a San Marco è un fatto politico che si è in parte già consumato, con il sostegno alla lista del Pd alle Europee da parte degli amministratori. La mia posizione in merito è sempre stata chiara: l'adesione di autorevoli esponenti al partito è un fatto che saluto ed accolgo con favore, nel solco del radicamento dell'azione del partito; ma, contestualmente, rilevo, con forza, che i processi vanno costruiti insieme a tutte le energie presenti, ed, in primis, con il livello locale, nel caso di specie storici e radicati esponenti del Partito democratico. Ho anche seguito, con grande entusiasmo e fiducia, il clima di questi mesi, segnati da una distensione ed un abbassamento dei toni tra la sezione locale attuale ed i nuovi aderenti. Questo è esattamente il percorso che dobbiamo continuare a mettere in campo, evitando faziosità e strumentali fughe in avanti. Per quanto riguarda l'iniziativa prossima mi assumo politicamente la responsabilità di una sorta di leggerezza nel costruirla, aldilà del circolo locale. Chiedo scusa personalmente al circolo per l'errore commesso. Da ora  in avanti seguirò personalmente l'evolversi della vicenda, nel pieno esercizio delle mie funzioni, certo della possibilità di trovare soluzioni condivise e mediazioni virtuose, improntate esclusivamente all'interesse della salvaguardia e della crescita del partito». Da sottolineare proprio l'ultimo passaggio relativo al «pieno esercizio delle mie funzioni». A Vitale, di fatti, nella giornata di martedì è stato contestato da diversi esponenti del Pd proprio il fatto di non essere molto presente e di lasciare ampi margini di manovra ad altri personaggi (come ad esempio Dario Abbate che ha organizzato l'evento a San Marco insieme al sindaco Cicala) che rischiano di spaccare il partito. Ergo la presa di posizione di Vitale sembra essere proprio nei confronti del suo gruppo. Quasi a voler dire: «Da ora comando davvero io»

partito democratico caserta san marco raffaele vitale scusa comando io
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.