Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Volalto vince e convince, suo il primo derby di coppa

17 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E’ di Caserta il primo derby di Coppa. Al termine di una partita decisamente divertente la Volalto fa suo il primo atto di Coppa Italia e comincia nel migliore dei modi la nuova stagione agonistica. Ci sono voluti, però, ben cinque set per avere la meglio delle cugine aversane rivelatesi squadra di ottima caratura. Primo set: Le squadre hanno nelle gambe le tossine dei primi giorni di preparazione. Inevitabili errori e cali di rendimento. Nonostante questo, però, il match si rivela equilibrato sin dalle prime battute. Monfreda decide di lasciare inizialmente in panchina Ricciardi. Si comincia con le due squadre procedere punto a punto, poi Armonia spezza l’equilibrio firmando il primo allungo casertano. (17-13). Un punto in battuta della neo rosanero Crotti manda le due squadre al time out.(20-15). Dalla sospensione la Senesi esce bene e piazza un break di 0-4. Monfreda fa esordire Salzillo al posto di Armonia. Un grande muro delle normanne porta Aversa sul meno uno. A questo punto ci pensa Miss Boteva a spezzare l’incantesimo. Due punti e muro vincente con la Gagliardi significano il break decisivo per la vittoria del set. (25-20). Secondo set: Parte forte la Volalto nel secondo parziale. Armonia, rientrata in campo, non ha argini. Attacco e muro sono da manuale. Aversa sbanda e così si va al time out (6-1). Come accaduto anche nel primo set, le padrone di casa accusano una flessione, figlia certamente della preparazione ancora in corso. Così le ospiti, decisamente una buona squadra, ritornano prima sulle rivali ( 9-9) e poi le superano (11-10). I meccanismi d’attacco sono ancora un po’ farraginosi. Normale di questi tempi. Il carattere no, quello è il solito e lo si vede quando Fattaccio, dopo due errori in attacco, trova un muro di esperienza che vale l’11-11. La partita è godibile. Boteva griffa il 14-13. Al di la della rete piace molto la nuova Aversa. Squadra ben costruita con interessanti individualità. L’equilibrio in questa fase è sovrano. Crotti prova a dare uno scossone al set (20-18), Monfreda decide che è giunto il momento di Martina Del Vaglio, ma le biancoazzurre non perdono la bussola, anzi. Con un break di 1-6 recuperano il passivo e vanno al triplo set point (21-24). Boteva annulla il primo, ma la frittata è fatta. (22-25) Terzo set: Scatta l’ora di Michela Ricciardi. La talentuosa attaccante si presenta subito con un muro vincente. (2-0) ed un schiacciata di cui ben vividi erano i ricordi (4-1). Aversa, però, non è a Caserta per mero atto scenico. Gioca e difende con grande efficacia e, a differenza delle rosanero, è abbastanza costante nel suo rendimento in campo. Viceversa la Volalto va avanti a strappi. In ognuno di essi fa parecchio male alle avversarie, ma poi non riesce, causa preparazione in corso e d equilibri ancora da trovare, a difendere il vantaggio acquisito. Così, il terzo set, è lo specchio dei due precedenti parziali. (9-9). Ricciardi e Armonia rispondono ad un gran punto della Fucci. Poi Fattaccio fa quattro punti consecutivi in battuta(13-10). A turno Armonia, Crotti, Boteva e la stessa Ricciardi colpiscono la difesa avversaria( 16-12). Aversa prova a ricucire nuovamente lo strappo. Spassova,e Sarcina trovano punti importanti, ma stavolta la Volalto non si ferma, allunga sino al 23-18 e chiude il set 25-21. Quarto set: La partenza sprint ora è delle normanne decise a portare il match al tie break. Fucci e compagne non sbagliano nulla(2-7). Monfreda attinge molto alla panchina coinvolgendo nel match tutte le giocatrici. Così si vede in campo la Paioletti. Pian piano Caserta rientra sulle rivali. Il muro della Crotti, molto brava in entrambe le fasi di gioco, firma il sorpasso.(8-7). La partita è dura, si sapeva. Aversa si guadagna il più 5 (12-17). Purtroppo, però, perde la Montenegro. Caserta fatica a trovare il ritmo e ancor di più a ritornare in scia delle rivali che, invece, giocano bene in questa fase. (18-24). Sei palle set, le rosanero riescono ad annullarne solo una. Si va al tie break. 19-25. Come un fedele specchio del match, anche il quinto set ricalca quanto visto sino ad ora. Senesi avanti 2-0, recupero Volalto (5-2), Aversa di nuovo sotto(6-5) Siamo a settembre e si gioca la Coppa Italia, ma tensione e voglia di vincere sono già da clima campionato. Caserta sgobba sui pedali, la fatica è tanta, le normanne sono li, non regalano nulla. Al cambio campo, la Volalto va sull’8-5, divenuto 9-5 con la schiacciata della Crotti. E’ l’allungo decisivo, le normanne non ne hanno più .(12-9) Serve l’ultimo allungo, Lo piazza Milena Boteva. La gara finisce qui. Applausi per Caserta, ma anche per la Senesi. “” Soddisfatto per la vittoria. Aversa ha giocato una bella partita, Noi, compatibilmente con lo stato di forma attuale, ce la siamo giocata alla pari. Monfreda ha ruotato sapientemente tutte le giocatrci per vederle all’opera ed evitare pericolosi sovraccarichi alle ragazze. Pur non assillati dalla Coppa è stato bello vincere e cominciare con un sorriso la stagione”
Caserta Sport Roccamonfina Cesa Cesa Piedimonte Matese
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.