Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Ztl, sulle 2000 multe decide il segretario. Ecco come stanno veramente le cose

06 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


In primis le multe, quelle scattate dalle telecamere piazzate agli ingressi delle zone a traffico limitato di Caserta. Anche se comunicazioni ufficiali non ne sono arrivate,  negli uffici comunali del Capoluogo si parla di circa duemila automobilisti fotografati in transito nelle zone chiuse al traffico automobilistico. Un numero esorbitante che ha scatenato una vera e propria rivolta. Valide o meno queste contravvenzioni? Ci sono i presupposti per fare ricorso? In realtà, le multe sono ancora sub judice, o meglio "sub segretario generale". Già, perchè tutti gli atti, dopo le polemiche che ne sono scaturite, sono stati portati al vaglio del capo dei dirigenti comunali Luigi Martino al quale spetterà l'ultima decisione. Perchè i dubbi non mancano. In primis, c'è la questione segnaletica. Effettivamente, in tutte le città che utilizzano le telecamere per controllare le zone a traffico limitato ci sono 'imponenti' cartelli di avviso. Ma poi c'è anche un altro nodo, sollevato ieri anche sul web, ed è quello che fa riferimento all'ordinanza firmata dal dirigente Giovanni Natale solo il 3 settembre e contestualmente pubblicata all'albo pretorio (la telesorveglianza è partita il 1 settembre). Tutto nullo, dunque? Non proprio. Perchè spulciando tra gli atti del Comune di Caserta spunta una determina di fine agosto, firmata dallo stesso dirigente, in cui si parla dell'attivazione del sistema di videosorveglianza. Cosa che, dunque, garantirebbe il Comune. Fatto sta, dunque, che a decidere se spedire o meno le multe agli automobilisti sarà il segretario generale che se ne assumerà in pieno la resposanbilità. Automobilisti casertani, adesso, sapete a che Santo votarvi per risparmiare la multa: San Luigi da Palazzo Castropignano.
Caserta Politica Maddaloni Mondragone Mondragone Curti
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.